Hai mai sentito parlare della Steel Wool Photography

Sicuramente ti sarà capitato di vedere bellissimi scatti che ritraggono persone con cerchi infuocati. Devi sapere che si tratta della tecnica della Steel Wool Photography.

Steel Wool in italiano significa lana d’acciaio; il comunissimo materiale utilizzato per esempio sulle spugne per lavare i piatti.

Grazie all’utilizzo di questo materiale è possibile realizzare scatti mozzafiato dove il soggetto principale è una fantastica cascata di fuoco.

Steel Wool Photography vediamola insieme

steel wool photography

La Steel Wool Photography è una tecnica utilizzata da tempo; moltissimi fotografi hanno fotografato le scie infuocate utilizzando svariati materiali facendo sempre attenzione alla sicurezza propria.

La sicurezza infatti, in questa tipologia di fotografia, è alla base di tutto. Il fuoco è molto pericoloso e nello sperimentare questa tecnica bisogna prestare la massima attenzione.

Come fotografare le cascate di fuoco: Steel Wool Photography

Come puoi ben immaginare per la realizzazione di questa tipologia di foto dovrai utilizzare tempi lunghi: più lungo teniamo aperto l’otturatore, più luce verrà memorizzata.

In caso della Steel Wool Photography devi considerare un tempo di scatto non inferiore ai 10 secondi; tempo sufficiente a catturare una buona quantità di luce.

Per fotografare le cascate di fuoco dovrai reperire la seguente attrezzatura:

  • lana d’acciaio (grado 0 o più fine). Un esempio è la lana d’acciaio molto fine;
  • una frusta da cucina in metallo;
  • un cavo metallico flessibile è preferibile in quanto non prendere fuoco;
  • un accendino e dei fiammiferi oppure una batteria da 9 volt.

steel wool photography

La lana d’acciaio è la parte più importante in quanto è lei che genera le scintille, una volta che l’avremo incendiata.

Anche l’utilizzo della frusta è fondamentale in quanto la dovrai utilizzare per contenere la lana d’acciaio. Dovrai posizionare la lana all’interno della frusta.

La corda servirà a far roteare la frusta ed a tenere la fiamma ad una distanza di sicurezza dal tuo corpo. E’ fondamentale far roteare velocemente la frusta per creare delle scintille e farle staccare dalla frusta stessa.

Utilizzando l’accendino dovrai dar fuoco alla lana d’acciaio. Se hai la possibilità di procurare una batteria da 9 volt potrai utilizzarla per accendere la lana al posto dell’accendino. Strofinando i due poli sulla lana quest’ultima prenderà fuoco in pochi secondi.

E’ un sistema che risulta molto più sicuro rispetto all’utilizzo del comune accendino o di fiammiferi. Mi raccomando utilizza guanti ignifughi durante quest’operazione.

Una volta che la vostra lana d’acciaio è incendiata all’interno della frusta e che quest’ultima è collegata ad una corda ignifuga, sei pronto per scattare le fotografie.

Steel Wool Photography: dove

Per effettuare questa tipologia di foto ti consiglio di scegliere un posto sicuro e lontano da abitazioni e/o sterpaglie che potrebbe incendiarsi. Una spiaggia potrebbe essere un ottimo luogo dove recarsi per fotografare.

Evita giornate ventose; il vento è il peggior nemico del fuoco. Ricordati di posizionare la macchina fotografica in un punto abbastanza lontano dalle scintille.

Steel Wool Photography: iniziamo

Ricordati di sistemarti in una posizione di sicurezza (luogo isolato e lontano da sterpaglie); lega la frusta alla corda e posiziona la lana d’acciaio al suo interno.

Strofinate la pila da 9 volt alla lana e attendi che quest’ultima prenda fuoco. Una volta avvistato il fuoco fai roteare la frusta sopra o davanti a te. Attenzione perché inizieranno a staccarsi una miriade di scintille che rimbalzeranno sulle superfici vicino. A questo punto puoi iniziare la tua sessione fotografica.

Una volta terminata la sessione di scatto controlla bene di aver spento completamente la lana d’acciaio.

Steel Wool Photography: Macchina fotografica

Come detto in apertura la caratteristica più importante è il tempo di scatto, quindi qualsiasi macchina reflex è buona per approcciarsi a questa tipologia di scatto.

Imposta un tempo di scatto di almeno 10 secondi; scatta in priorità di tempo sin modo da evitare problemi con la sovraesposizione. Ricordati in ogni caso di tenere bassi gli ISO.

Per quanto riguarda l’obiettivo, è preferibile utilizzare un grandangolo al fine di coprire un’area molto ampia: le scintille volano anche a distanze ragguardevoli e probabilmente vorrai includerle entrare nella scena finale.

Un accessorio fondamentale (inutile dirlo) è il treppiedi. Ti consiglio anche l’utilizzo di un telecomando per lo scatto da remoto.

Con un po’ di pazienza, molta attenzione e tanta pratica otterrai delle splendide fotografie di cascate di fuoco. Cosa te ne pare della Steel Wool Photography? Se l’articolo ti è piaciuto ti chiedo di condividerlo sui tuoi profili Social.

Se hai qualche altro consiglio da darmi puoi riportarlo nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *