L’obiettivo definito Grandangolo per molti è quell’obiettivo che va utilizzato quando dobbiamo fotografare paesaggi, oppure quando siamo costretti a fotografare spazi ristretti o grandi gruppi di persone.

Quando utilizzare il nostro Grandangolo

Purtroppo non è proprio così. Questa è una semplificazione per facilitare il discorso ad un principiante.

Se siamo tra quelli che non vorremmo restare soltanto principianti, dobbiamo conoscere gli effetti che un particolare obiettivo può apportare alle nostre foto.

Sapere quali sono gli effetti dell’uso di un grandangolo e delle lunghezze corte è un fattore davvero importante, che non possiamo sottovalutare. Anche per la scelta dei nostri obiettivi.

Grandangolo: effetti sulle nostre foto

Come ben sappiamo il grandangolo, soprattutto quando ha una focale molto corta, può avere effetti molto importanti sulle nostre fotografie.

Dilatazione delle distanze

Uno dei principali effetti restituiti dall’obiettivo grandangolare è la caratteristica di farci percepire gli oggetti come se fossero più distanti da noi, rispetto a come noi li vediamo.

La dilatazione delle distanze ottenuta attraverso le focali corte ci fa percepire gli oggetti vicini ancora più grandi rispetto a quelli lontani. Inoltre, essi risultano anche più distanti tra loro. Possiamo usare questo fenomeno in diversi modi all’interno di una foto.

Potremo dare maggiore importanza al primo piano in quanto man mano che gli elementi della scena si allontanano dalla fotocamera verranno decisamente rimpiccioliti. Il primo piano avrà una forte predominanza all’interno della composizione.

Per poter sfruttare questo effetto al meglio dobbiamo avvicinarci al nostro soggetto. Anche quando andremo a fotografare un paesaggio, avvicinandoci al terreno, potremmo dare più profondità allo scatto.

grandangolo terreno

Altro fattore importante nell’utilizzo di un grandangolo sono le linee oblique. Utilizzando questo obiettivo, le stesse risulteranno più efficaci e più facili da aggiungere alla nostra inquadratura.

Angolo di campo maggiore

Altro fattore da non sottovalutare durante l’utilizzo del grandangolo è l’aumento dell’angolo di campo. Quando andremo a fotografare con questo obiettivo vedremo molte più cose.

Dal punto di vista compositivo ciò significa che con un grandangolo puoi catturare più contesto. Puoi avvicinarti molto al soggetto principale e contemporaneamente fotografare molte cose sullo sfondo. Infatti, questo è uno dei motivi per cui nel reportage e nella street photography sono molto usate focali corte.

Dovremmo stare attenti, però, a cosa abbiamo sullo sfondo. Potremmo rovinare la nostra foto con uno sfondo disordinato e incoerente.

Profondità di campo elevata

Come ben sappiamo la profondità di campo va controllata attraverso l’apertura, ma anche la lunghezza focale influisce. Le lunghezze focali più corte aumentano di molto la profondità di campo.

“In questo articolo vi illustro il triangolo dell’esposizione”

Per fare foto che richiedono una maggiore profondità di campo, come per esempio i paesaggi, è ottimale l’utilizzo di un obiettivo grandangolare.

Anche senza usare valori di apertura troppo alti, i grandangoli permettono di avere scene completamente nitide dal primo piano fino all’oggetto più lontano. Con una lunghezza focale di 18mm, su sensore APS-C, con apertura f/11 e mettendo a fuoco a 1,45m di distanza, avrai già la scena completamente a fuoco fino all’infinito.

Chiaramente, questo significa che se vuoi ottenere un bello sfocato molto accentuato non ti conviene fare uso di un grandangolo.

Facilità di messa a fuoco

Dovete sapere che i grandangolari hanno una messa a fuoco più rapida e più facile rispetto ai teleobiettivi. Per utilizzare un grandangolo dovremo stare attenti a molti fattori, in primis dovremo fare attenzione alle distorsioni.

Parliamo dell’allungamento degli elementi che si trovano ai bordi dell’inquadratura. Questa distorsione è difficile se non impossibile da rimuovere ed è particolarmente spiacevole se ai bordi dell’inquadratura si trovano delle persone. In questo caso esse vengono orribilmente deformate. Dobbiamo cercare, nella maniera più assoluta, di non posizionare mai delle persone ai bordi dell’inquadratura.

Naturalmente non andremo mai a scattare un ritratto a distanza ravvicinata con un grandangolo, in quanto rischieremmo di creare quell’effetto comunemente chiamato “effetto nasone”. Altro rischio che potremo trovare durante l’utilizzo di un obiettivo grandangolare è l’effetto “lens flare“, ossia includendo una fonte di luce nell’inquadratura ci troveremo delle macchie luminose. E’ da sottolineare che in molte fotografie possiamo sfruttare questo effetto e creare fantastici giochi di luce.

Un altro effetto a cui possiamo andare incontro è la classica “vignettatura” ovvero lo scurimento degli angoli della foto. Questa caratteristica spesso viene introdotta in post-produzione. I grandangoli, soprattutto quelli più economici, tendono ad introdurre una vignettatura visibile.

Consigli per gli acquisti

Vediamo insieme quale grandangolo acquistare per le nostre fotografie.

Prima di procedere all’acquisto voglio farvi un ulteriore selezione dei vari obiettivi grandangolari.

0- 24 mm può essere considerato un grandangolo molto spinto. Ideale per paesaggi e architettura, ma ha lo svantaggio di distorcere moltissimo. Non è consigliato nel caso dovessimo includere persone nelle nostre fotografie; potrebbe alterare i lineamenti del viso.

La fascia che va da 24 mm a 35 mm è ideale per la fotografia di strada. Non è così spinto da distorcere le immagini, ma ci permette di riprendere comunque un’ampia porzione di spazio. Potrebbe essere un po’ limitato nella fotografia di paesaggi.

I grandangoli intorno ai 50 mm sono ideali per i ritratti ambientati. Le distorsioni diventano impercettibili e, parallelamente, hai ancora un sufficiente angolo di campo per fotografare lo spazio. Questa lunghezza focale viene considerata la lunghezza focale dell’occhio umano. Ciò che andremo a fotografare è ciò che il nostro occhio vede.

Acquistiamo i nostri Obiettivi

Grandangoli fino a 24 mm

Grandangoli fino a 35 mm

Grandangoli fino a 50 mm

Adesso che sappiamo tutto sul grandangolo possiamo procedere con l’acquisto. Ci resta solo da decidere se optare per uno zoom o per un obiettivo fisso. Con uno zoom avremo certamente più versatilità, ma avremo un aumento delle dimensioni. Inoltre uno zoom è mediamente più costoso di un obiettivo a focale fissa.

Un obiettivo a focale fissa di norma ha una qualità ottica migliore.

Adesso possiamo dedicarci alle nostre foto. Per qualsiasi dubbio o chiarimento potete scrivere nei commenti.

2 thoughts on “Il Grandangolo: quando utilizzarlo e quando farne a meno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *