Come realizzare un Time Lapse | ScattoinGrandangolo

Time Lapse: vediamo come realizzarlo

conoscere l'istogramma
L’Istogramma: un potente strumento per ottenere la giusta esposizione
6 Settembre 2018
steel wool photography
Steel Wool Photography: come realizzare scatti infuocati
20 Settembre 2018
Show all

Time Lapse: vediamo come realizzarlo

come realizzare un Time Lapse

Volete realizzare un fantastico Time Lapse ma non sapete da dove partire? In questo articolo cercherò di darvi degli utili consigli su come realizzare un Time Lapse degno di nota.

Che cos’è il Time Lapse

Il Time Lapse è una tecnica cinematografica nella quale la frequenza di cattura di ogni fotogramma è molto inferiore a quella di riproduzione. A causa di questa diversità, la proiezione con un frame rate standard di 24 fps fa sì che il tempo, nel filmato, sembri scorrere più velocemente del normale. (Fonte Wikipedia).

Grazie a questo metodo di cattura della scena si è quindi in grado di velocizzare così tanto il tempo che passa da illustrare qualcosa che nella quotidianità non noteremmo (ad esempio il movimento relativo delle stelle o il semplice movimento delle nuvole, ecc.).

Con i Time Lapse c’è quindi la possibilità di vedere cose che in un video tradizionale sarebbe impossibile osservare. La capacità di riproduzione ultraveloce, infatti, permette allo spettatore di percepire movimenti di oggetti, svolgersi di situazioni e azioni di persone in una maniera che sarebbe impossibile ‘vedere’ nell’ottica di una percezione normale.

Come realizzare un Time Lapse

Se sei davvero interessante alla realizzazione di un Time Lapse di seguito ti indicherò alcuni passaggi per la realizzazione di Time Lapse perfetti e spettacolari.

Per realizzare un Time Lapse professionale e di alto livello qualitativo è fondamentale possedere strumenti di ripresa di alta qualità e attrezzature di supporto.

Prima di cominciare ti ricordo che per poter eseguire post produzione sulle fotografie scattate è bene realizzare i tuoi scatti in formato RAW.

Ricordati di impostare il formato RAW sulla tua macchina fotografica alla massima risoluzione che ti servirà per effettuare il ritaglio e gli eventuali movimenti di panning nella fase di post produzione.

Purtroppo i RAW grandi occupano molta memoria sulle schede; meglio avere memory card con molta capienza in modo da salvare tutti i tuoi scatti.

Attrezzatura per realizzare un Time Lapse

  • Fotocamera reflex digitale DSLR;
  • Intervallometro;
  • Treppiede;
  • Software di Post produzione;
  • Filtri ND (opzionali);
  • Battery Grip e Batterie di riserva;

Come realizzare un Time Lapse: tecniche di scatto

1. In primis devi iniziare chiedendoti cosa vuoi fotografare. Ad esempio: fotografare le nuvole in movimento, anche se è una cosa molto accademica, va benissimo per il tuo primo tentativo di time-lapse.

Ricordati di comporre una scena con elementi perfettamente inclusi. Scegli e normali regole di composizione fotografica per non rendere la tua inquadratura noiosa.

2. Piazza la fotocamera sul treppiede e mettila in bolla. Devi avere avere un’inquadratura dritta e bel realizzata.

3. Scegli il formato di scatto. Come ti ho anticipato qualche paragrafo sopra utilizza il formato RAW; tornerà utile in fase di post produzione.

4. Utilizza il Live View per la messa a fuoco dei soggetti. Una volta trovato il fuoco ideale, stacca la messa a fuoco AF della tua lente e lasciala su manuale MF.

Eviterai così di sprecare batteria inutilmente per la messa a fuoco ad ogni scatto

5. Imposta la modalità di scatto corretta. Seleziona la modalità di Scatto Manuale (al massimo la priorità a diaframmi A). Imposta il valore ISO che ritieni più adatto, imposta sia il valore di apertura diaframma che quello della velocità di scatto.

L’impostazione della corretta velocità di scatto è molto importante quando realizzi un time lapse. Maggiore è la velocità di scatto (1/125 o superiore), minore sarà l’effetto di fluidità nel movimento che il tuo soggetto darà nel video finale.

6. Imposta l’intervallometro decidendo quante immagine scattare e ogni quanti secondi.

L’intervallometro è un dispositivo che equipaggia una fotocamera e che consente di eseguire una sequenza automatica di esposizioni distanziate fra loro da un intervallo temporale programmabile.

Se la tua macchina fotografica non è dotata di intervallometro puoi acquistarne uno esterno, come questo che ti mostro, su Amazon.

Devi sapere che, a seconda del soggetto che vuoi riprendere, dovrai utilizzare tempi e intervalli differenti.

Partiamo dal presupposto che in TV vengono mediamente trasmessi circa 25 fotogrammi al secondo. Questo valore arriva anche a raddoppiare per filmati visualizzabili su televisori Full HD 1080p, ma diamo per buono il primo.

“Ogni secondo di video richiede quindi 25 fotogrammi.”

Nel Time Lapse, un fotogramma equivale a una fotografia. Per un video di soli 10 secondi, quindi, serviranno la bellezza di 250 fotografie. Un minuto di time lapse porta via 1.500 scatti.

Detto questo, è anche facile calcolare quanto tempo ci si impiega per realizzare la sequenza desiderata.

Supponendo di scattare 1 fotogramma ogni 4 secondi, ci vorranno 250 x 4 = 1000 secondi = 16.6 minuti per elaborare i nostri 10 secondi di video Time Lapse.

Per conoscere l’intervallo da impostare tra uno scatto e l’altro devi sapere che non c’è una risposta precisa. Il tutto dipende molto dal valore ISO impostato sulla fotocamera, dall’apertura e dalla velocità di scatto.

Posso solo darti qualche indicazione di massima:

In una giornata ventosa, per fotografare le nuvole, avrai bisogno di scattare con un intervallo variabile tra 5 e 20 secondi a seconda che ci sia più o meno vento. Se il tuo soggetto sono le persone in una via ben popolata di una città, puoi utilizzare un intervallo tra gli scatti di 1” e 4”.

Fai alcuni scatti di prova per controllare se l’inquadratura è perfetta. Premi il pulsante START e rilassarti. Ricordati di tenere sempre d’occhio la situazione.

Se stai scattando durante l’alba o il tramonto è necessario tenere d’occhio gli scatti man mano. Questo ti aiuterà ad evitare spiacevoli sotto/sovra-esposizioni; eviterai così di buttare scatti a fine sessione.

Una volta conclusa la tua sessione di scatti puoi tornare a casa e creare il tuo primo video Time-Lapse.

Di seguito ti illustro come creare il tuo primo video Time Lapse con QuickTime Pro:

  • Assicurati di avere nella tua cartella la sequenza delle immagini che comporranno il tuo video. E che le stesse siano in ordine sequenziale come nome del file.
  • Clicca su File > Open Image Sequence
  • Il sistema ti chiederà di scegliere la prima immagine. Selezionala, e premi Open
  • Imposta il frame rate ad un valore tra 10 e 30
  • Clicca su File > Save as.. Quicktime MOV per ottenere il tuo filmato Time Lapse.

QuickTime Pro è disponibile sia per Windows che per Mac.

Di seguito alcuni video tutorial che mostrano come realizzare un Time Lapse mediante questo programma.

Un altro programma molto utile per realizzare video Time Lapse è LRTimelapse che puoi scaricare collegandoti al sito del produttore.

Di seguito ti mostro il mio primissimo video Time Lapse:

Ti ricordo che, come nel mio caso, sarà molto difficile fare un Time Lapse degno di nota al primo tentativo; fai molta pratica e non scoraggiarti se non otterrai subito un buon risultato.

Ecco un esempio di Time Lapse ben realizzato:

Se questo articolo è stato di aiuto ti chiedo di condividerlo sui tuoi profili social.

Condividi questo contenuto
Giulio
Giulio
Content Editor e SEO Copywriter con la passione della Fotografia. Amo stare in compagnia e trascorrere il tempo con la mia macchina fotografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *