In fotografia bisogna rompere le regole…. Prima devi conoscerle!

In uno dei miei primi articoli ti ho parlato della composizione di una fotografia e dei passi da seguire per ottenere una fotografia quanto più perfetta.

Per scattare una bella fotografia bisogna seguire alcune regole, non basta avere in mano una fotocamera ed iniziare a scattare; devi impressionare chi la guarda impressionando e trasmettendo sensazioni.

Per fare ciò giocano un ruolo fondamentale la composizione e la regola dei terzi.

In questo articolo voglio approfondire il concetto di regola dei terzi per farti comprendere quando sia fondamentale la giusta inquadratura.

Composizione: la regola dei terzi

Avrai letto dell’importanza di posizionare il soggetto in uno dei punti focali dell’immagine o nelle linee di forza per rendere più accattivante la tua immagine, ma forse non ti è chiaro come riconoscere questi punti e cosa effettivamente siano.

Sono qui per aiutarti.

Ma cosa sono i punti focali? Come li riconosciamo?

Regola-dei terzi Composizione-fotografica

Guardando l’immagine sopra riportata noterai come le linee di forza, orizzontali e verticali, dividano l’immagine in nove parti uguali e i punti focali sono il risultato dell’intersezione di queste linee (punti in verde). Questa suddivisione dell’immagine viene chiamata “regola dei terzi”.

Come applicare la regola dei terzi

Se vuoi utilizzare la regola dei terzi nella fotografia di paesaggio puoi utilizzarla per dare una maggiore importanza al primo piano oppure al cielo, posizionando quindi la parte a cui si vuole dare maggior rilievo a 2/3 dell’immagine.

In parole semplici l’orizzonte del tuo panorama dovrà essere posizionato su una delle due linee orizzontali.

Nel caso il tuo soggetto principale sia il cielo ti basterà inquadrare una porzione maggiore andando a spostare l’orizzonte nella seconda linea orizzontale.

Nella fotografia di ritratto, invece, la regola dei terzi si applica sulle parti principali del soggetto. In questa tipologia di fotografia si tende a far corrispondere le zone principali con l’occhio, nel caso di un primo piano o il viso per i mezzi busti o per le figure intere. Prova a decentrare il tuo soggetto posizionandolo in questi punti focali o lungo le linee di forza; renderai la tua immagine molto più interessante.

Voglio informarti che la regola dei terzi non è limitata solo a queste due tecniche che ti ho mostrato ma puoi utilizzarla anche per altre tipologie di fotografia come:

Ricorda che in fotografia è vero che bisogna seguire le regole ma può essere un’arma vincente anche stravolgere la fotografia e catturare maggiormente l’attenzione in chi la osserva.

Le regole vanno osservate ma a volte stravolgerle può migliorare il nostro scatto.

Se l’articolo è stato di tuo gradimento ti chiedo di condividerlo sui tuoi profili social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *