Sai che puoi simulare lunghe esposizioni senza utilizzare un Filtro ND? Vediamo come.

In un mio precedente articolo ti ho parlato di come fare lunghe esposizioni con l’ausilio di un filtro ND.

I Filtri ND vengono impiegati nella fotografia di paesaggio per ottenere effetti particolari, in special modo su acqua e nuvole. Vengono posizionati davanti la macchina fotografica e servono al fotografo per filtrare la luce e ridurne l’intensità, permettendo di allungare i tempi di esposizione di un’immagine.

Per un fotografo di paesaggi allungare il tempo di posa vuol dire dare un senso di movimento all’immagine.

Oggi voglio illustrarti come simulare lunghe esposizioni senza utilizzare questa tipologia di filtri.

Come simulare lunghe esposizioni senza usare un filtro ND

Devi sapere che in fotografia esistono dei trucchetti che possono farti ottenere lo stesso (o simile) risultato anche senza dover ricorrere all’utilizzo dei filtri ND.

Ti avviso che il risultato finale non potrà mai essere paragonato ad uno scatto eseguito con un filtro ND ma è sicuramente un buon punto di partenza per cominciare a sperimentare questa tecnica.

Vediamo di cosa hai bisogno.

  • Reflex o mirrorless (può andare bene anche una compatta)
  • Cavalletto (è importante che la fotocamera non si sposti)
  • Scatto remoto

Una volta che hai posizionato saldamente la fotocamera sul cavalletto, trovata la tua composizione e impostata la corretta esposizione, non dovrai far altro che seguire questo passaggio:

  • eseguire più scatti a distanza di 2-4 secondi l’uno dall’altro senza toccare nulla e senza cambiare impostazioni. Se durante la fase di scatto dovesse cambiare la luminosità della scena, puoi compensare andando a regolare i tempi di posa, ma non cambiare il diaframma (perderesti la stessa profondità di campo) o gli ISO.

Terminata la sequenza di scatti, sarai tu a decidere quanti ne vorrai fare (per ottenere un buon risultato ti consiglio di fare tra i 20 e i 40 scatti), dovrai utilizzare un software di post-produzione, come Photoshop, per creare l’immagine finale che simula le lunghe esposizioni.

A questo punto dovrai caricare tutti i file all’interno di Photoshop:

  • seleziona dal menu File -> Script -> Carica file in serie;
  • ricordati di spuntare la casella “tenta di allineare immagini” e “crea oggetto avanzato”;

come simulare lunghe esposizioni

come simulare lunghe esposizioni

  • caricati tutti i file all’interno di Photoshop seleziona la voce Livello -> Oggetti avanzati -> Metodo serie di immagini -> Media aritmetica

come simulare lunghe esposizioni

Una volta effettuate queste semplici operazioni avrai ottenuto la tua immagine simulando una lunga esposizione.

Più foto fai più il risultato è migliore; teoricamente dovresti scattare infinite foto per avere lo stesso effetto di un filtro ND, il che ovviamente è impossibile.

Puoi simulare lunghe esposizioni anche direttamente dalla fotocamera

Devi sapere che puoi simulare una lunga esposizione anche direttamente dalla tua fotocamera. Se la tua fotocamera te lo consente puoi utilizzare una funzione interna che si chiama “Esposizione Multipla”.

Ti consiglio di cercare questa funzione sul libretto di istruzioni così, oltre a studiare il funzionamento, puoi essere certo anche che la tua fotocamera la possieda. Purtroppo questa funzione cambia da macchina a macchina.

Selezionata la voce “esposizione multipla”, dovrai impostare la sequenza di scatti che ti interessa effettuare e lasciar fare tutto il resto alla fotocamera. Puoi provare questo effetto sull’acqua o con delle nuvole in movimento, vedrai che otterrai delle foto molto simili a quelle fatte con le lunghe esposizioni.

Come sempre se l’articolo è stato di tuo interesse ti chiedo di condividerlo sui tuoi social e di continuare e leggere il mio Blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *